Seguici su

Esplora contenuti correlati

21/06/2019

IV Comitato di Sorveglianza del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020

Nel corso dei lavori sono state presentate alcune Buone Pratiche realizzate nell’ambito del Programma

L'immagine rappresenta un momento della riunione del CdS del 12 giugno con tutti i partecipanti attorno a un tavolo


Il 12 giugno 2019 si è svolto a Roma, presso la Sala ex-CNPI del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il IV Comitato di Sorveglianza del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020.

I lavori sono stati introdotti dagli interventi di Antonio Di Donato, Autorità di Gestione del PON Ricerca e Innovazione e dei rappresentanti della Commissione europea, Pasquale D'Alessandro della DG Regio e Luciano Conte della DG Occupazione. Successivamente, i componenti del Comitato hanno preso in esame la Relazione di Attuazione Annuale (RAA) 2018 e l’Informativa sullo stato di avanzamento del Programma, con l’illustrazione delle principali iniziative in corso e avviate nel 2019, l’esame della spesa sostenuta e delle previsioni per il 2019 e 2020. La seconda parte della mattinata è stata dedicata alla presentazione dell’Informativa sulle attività di valutazione del PON Ricerca e Innovazione.

I lavori del pomeriggio sono iniziati con una presentazione sulle azioni per la parità di genere, le pari opportunità e la non discriminazione con un approfondimento sulle attività per l’accesso delle donne al mondo del lavoro.
In seguito, è stato dato spazio all’illustrazione di alcune Buone Pratiche. Nell’ambito dell’Azione Dottorati innovativi con caratterizzazione industriale, hanno preso parte al CdS tre dottorandi provenienti dalle Università dell’Aquila, di Napoli e della Campania. Le ricerche presentate dai dottorandi hanno riguardato i seguenti oggetti di studio:

Nell’ambito dell’Azione Fondo di Fondi Ricerca e Innovazione, come buona pratica, Michele Diaferia, AD di ITEL, ha presentato il progetto ERHA-Enhanced Radioterapy with HAdrons, realizzato da Linearbeam Srl, newco dell’azienda ITEL Telecomunicazioni, che esplora le nuove frontiere della protonterapia con la messa a punto di un acceleratore lineare di protoni da utilizzare in ambito clinico come sistema innovativo di cura di alcuni tipi di tumore.

Successivamente, è stato presentato l’aggiornamento della Strategia di comunicazione, approvato durante la riunione dai componenti del Comitato di Sorveglianza, e i lavori si sono conclusi con l’esame dell’Informativa sull’attività di audit e di quella sullo stato di avanzamento del PRA II Fase.

torna all'inizio del contenuto