Seguici su

Esplora contenuti correlati

Università degli Studi di Teramo


ITA | ENG


Progetto

Sviluppo e caratterizzazione di Antibody-Drug Conjugates (ADCs) diretti contro antigeni tumorali” si propone di sviluppare nuovi ADC (Antibody Drug Conjugates), ovvero immunoconiugati che permettono di veicolare i farmaci chemioterapici consentendo una migliore distribuzione nelle zone interessate da patologia tumorale e diminuendo l'assorbimento nelle cellule sane. La proposta scientifica alla base del progetto presenta un elevato grado di innovazione poiché si propone di generare ADCs utilizzando anticorpi umanizzati, geneticamente ingegnerizzati per poter legare i farmaci in maniera sito-specifica (riducendo l'eterogeneità e la possibilità di aggregazione delle biomolecole) e per l’utilizzo di biomarcatori che sono largamente rappresentati in molte forme tumorali. Il risultato di questa ricerca potrebbe aprire nuove prospettive terapeutiche che migliorerebbero la qualità della vita dei pazienti.

Risorse finanziarie
Il progetto è stato finanziato dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 nell’ambito dell’azione Dottorati Innovativi con caratterizzazione industriale, XXXIII ciclo - anno accademico 2017-2018. Per la realizzazione di questa iniziativa l’Università degli studi di Teramo, beneficiaria di un finanziamento di 85.743,06 di euro, ha attivato una borsa di dottorato triennale in Biotecnologie cellulari e molecolari. 

Impatto sul territorio
Il progetto ha la finalità di sviluppare tematiche di ricerca che possano portare ad applicazioni utili per la salute umana a partire dallo studio di targets molecolari in grado di essere bersagliati con farmaci "intelligenti" in grado di curare in maniera selettiva varie forme oncologiche. I risultati potrebbero avere un interesse anche nelle applicazioni veterinarie. Valorizzando la rete di collaborazione internazionale e intersettoriale dell’Università, il percorso di dottorato si pone l’obiettivo di formare un professionista all’altezza della gestione di problemi complessi propri dell’oncologia e della biofarmaceutica, capace di operare in diversi ambienti (centri di ricerca, aziende del settore). Nella progettazione della proposta sono stati presi in considerazione gli indirizzi proposti dalle politiche europee per favorire la promozione della carriera di giovani ricercatori, a cominciare dalle raccomandazioni del “Continuing Professional Development” codificato nella Carta europea dei ricercatori. A tal fine l’Università di Teramo si è raccordata per la finalità dei progetti Marie Skłodowska Curie con le principali Società operanti nel settore della Biologia cellulare, Biochimica e Biologia molecolare, cellule staminali, neuroscienze.
Il progetto prevede un’esperienza di 12 mesi presso l’azienda MediaPharma Srl di Chieti e un periodo di 6 mesi presso l’Institute Paoli-Calmettes di Marsiglia.

ULTERIORI RISORSE:

Sito dell’Università di Teramo – Presentazione del progetto

Sito dell’Università di Teramo – Sezione dedicata ai dottorati innovativi


28/09/2020
torna all'inizio del contenuto