Seguici su

Esplora contenuti correlati

ADAS+ Advanced Driver Assistance Systems

ITA | ENG

Progetto
“ADAS+” (Advanced Driver Assistance Systems)
punta a sviluppare un dimostratore innovativo di assistenza alla guida sicura capace di monitorare, in maniera tempestiva e continua, il livello psico-fisico del guidatore, compreso il suo stato di ebbrezza, e la qualità dell’aria dell’abitacolo. Ciò è possibile grazie all’utilizzo di tecnologie in silicio, algoritmi avanzati per l’elaborazione delle immagini e materiali nano-strutturati integrati in una piattaforma comune che soddisfi gli standard di guida sicura richiesti per le auto “smart” di nuova generazione. Tale obiettivo verrà perseguito mediante lo sviluppo di tre moduli tecnologici prototipali avanzati, basati su piattaforme tecnologiche innovative: ad esempio nello sterzo saranno integrate sonde ottiche miniaturizzate in silicio basate sulle tecnologie SiPM (silicon photomultiplayer) in grado di monitorare il livello di attenzione del guidatore attraverso il controllo continuo del ritmo della pulsazione cardiaca e della sua variabilità. Inoltre, saranno utilizzate microcamere a luce visibile e a luce IR per individuare segni di stanchezza o di irritabilità, dispositivi Radar/Lidar in silicio per il riconoscimento di ostacoli esterni e microchip di sensori ambientali per il controllo della qualità dell’aria dell’abitacolo. I moduli saranno integrati in un dimostratore finale di centralina ADAS+ che verrà validato su vettura di test.

Risorse finanziarie
Il progetto è stato finanziato dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 nell’ambito dell’Asse II “Progetti tematici”, azione “Cluster” che prevede il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2015-2020, in particolare per l’area di specializzazione “Mobilità Sostenibile”. Per la realizzazione di questa iniziativa è stata concessa un’agevolazione di 4.369.839,01 euro ai seguenti soggetti beneficiari:

  • STMicroelectronics Srl
  • Università degli Studi di Catania
  • Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi Scarl
  • INNOVAAL Scarl
  • INSTM – Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali
  • MTASpA
  • Università degli Studi "G. d’Annunzio" Chieti-Pescara
  • Consorzio Nazionale Interuniversitario per la Nanoelettronica

Impatto sul territorio
I sistemi ADAS rientrano nel settore dell’elettronica automobilistica, caratterizzato da tassi di crescita sempre più elevati dovuti all’adozione di nuovi standard di qualità e tecnologici a livello industriale e all’applicazione di regole di sicurezza che riducono gli incidenti. Sia l’Unione europea che gli Stati Uniti stanno progressivamente imponendo norme affinché tutti i veicoli siano dotati di sistemi autonomi di frenatura di emergenza e sistemi di avvertimento di collisione e scontro entro il 2020.
Il progetto avrà evidenti ricadute sia da punto di vista della creazione di processi d’innovazione della filiera pubblico-privato del partenariato che di quello strettamente industriale. Grazie all’introduzione nel mercato automotive di soluzioni innovative ADAS derivanti dalle attività di ricerca previste, i partner industriali potranno guadagnare posizioni di mercato e ruolo di leadership nel medio e lungo termine e le PMI rafforzeranno le loro competenze tecniche, incrementando gli attuali livelli di occupazione.

ULTERIORI RISORSE:

Scheda del progetto sul sito di UNIBO


18/11/2020
torna all'inizio del contenuto