Seguici su

Esplora contenuti correlati

NADITEMM - Nuovi approcci diagnostici e terapeutici per le malattie dismetaboliche

ITA | ENG

Progetto
NADITEMM (Nuovi approcci diagnostici e terapeutici per le malattie dismetaboliche) è finalizzato all’identificazione di nuovi composti di origine naturale utilizzabili per il loro potenziale antimicrobico in terapia umana (AMPs) e come conservanti nella filiera produttiva cosmaceutica (estratti vegetali). Per tutti i composti studiati verrà valutata l’attività antimicrobica (antibatterica, antivirale e antimicotica) su opportuni modelli in vitro e in vivo. Le sperimentazioni previste faranno largo uso di tecnologie estremamente innovative applicate ai settori della botanica, entomologia, chimica e microbiologia, con uso diffuso di tecnologie abilitanti (KET) e, in particolare, delle biotecnologie.
Al termine delle attività sperimentali del progetto si otterranno nuovi composti antimicrobici ottenuti da insetti, utilizzabili come antibatterici, antivirali e antimicotici; saranno ottenuti anche nuovi estratti vegetali utilizzabili nel settore cosmaceutico come conservanti estremamente innovativi non tossici, altamente tollerabili e sicuri. Il progetto genererà anche nuove conoscenze condivise tra i partner su tecniche innovative di estrazione di peptidi da insetti e miscele da piante, sull'attività antimicrobica dei composti estratti, sul meccanismo di azione dei composti attivi e sulla loro tossicità per l'uomo. I prodotti derivanti dal progetto rispondono pienamente alla forte domanda di prodotti antimicrobici che non generino resistenze e possano essere associati agli antibiotici e ai disinfettanti convenzionali.

Risorse finanziarie
Il progetto è stato finanziato dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 nell’ambito dell’Asse II “Progetti tematici”, azione “Cluster” che prevede il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2015-2020, in particolare per l’area di specializzazione “Salute”. Per la realizzazione di questa iniziativa è stata concessa un’agevolazione di € 3.412.928,50 euro ai seguenti soggetti beneficiari:

  • Consorzio Pitecnobio
  • Bionap Srl
  • Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro
  • Biotecnomed Scarl

Impatto sul territorio
I risultati attesi dal progetto, coerenti con le indicazioni dell’area di specializzazione “Salute”, forniranno un contributo significativo all’innovazione e produttività delle regioni di riferimento (in primis, Calabria e Sicilia), che diffonderà a partire dalle imprese coinvolte nel progetto, con ricadute sul territorio che deriveranno da sinergie con altre industrie e dall’indotto. L’aumento di competitività che i partner industriali otterranno dallo svolgimento delle attività sperimentali produrrà un incremento del bisogno di forza lavoro interna e una consensuale attrazione di investimenti e competenze nelle regioni di riferimento.
Il completamento delle attività sperimentali, l’effettuazione degli investimenti previsti, la commercializzazione dei prodotti, l’assunzione di personale garantiscono importanti ricadute socio-economiche nelle regioni della convergenza interessate dal presente progetto che incrementeranno il PIL regionale attuale. La compresenza di partner industriali ed Enti Pubblici di ricerca nel progetto consentirà una stretta collaborazione tra sistema della ricerca e sistema produttivo, favorendo l’internalizzazione dell’innovazione e l’avvicinamento alla ricerca, operando un innalzamento del livello di innovazione attraverso la definizione di percorsi di trasferimento tecnologico e di competenze nei territori di riferimento.


15/09/2020
torna all'inizio del contenuto