Seguici su

Esplora contenuti correlati

Sirimap

 

Progetto
SIRIMAP (Sistemi di Rilevamento dell’Inquinamento Marino da Plastiche e successivo recupero-riciclo) si pone come principale obiettivo la realizzazione di un nuovo sistema di localizzazione in mare di macro, meso e microplastiche mediante l’impiego di piattaforme remote e di prossimità, di sistemi per il campionamento, di metodologie per la loro analisi in situ e in laboratorio e nella messa a punto di opportune strategie di recupero e riciclo. Nel dettaglio il progetto si pone di sviluppare metodologie di analisi dati basate sull’acquisizione di immagini satellitari e sulla loro elaborazione per la mappatura di macro e meso plastiche galleggianti nel Mar Mediterraneo e l’identificazione di zone di accumulo di rifiuti plastici.

Risorse finanziarie
Il progetto è stato finanziato dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 nell’ambito dell’Asse II “Progetti tematici”, azione “Cluster” che prevede il finanziamento di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree di specializzazione individuate dal Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) 2015-2020. Per la realizzazione di questa iniziativa il Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania, IREOS, l’Università degli Studi di BRESCIA e l’Università degli Studi del MOLISE hanno beneficiato di un finanziamento di 3.303.118,01 euro

Impatto sul territorio
Gli obiettivi del progetto risultano particolarmente rilevanti per la tutela del Mar Mediterraneo recentemente identificato come una regione di accumulo di detriti in plastica. In questo scenario SIRIMAP rappresenta una proposta strategica per l’area di specializzazione “Blue Growth” ed in linea con le direttrici di sviluppo definite a livello mondiale, europeo e nazionale. E’ prevedibile che il know-how acquisito sulle tecnologie innovative supporti lo sviluppo industriale determinando nuovi scenari di business e conseguentemente ricadute occupazionali sul territorio.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Microplastiche: il CNR trova un metodo per scovarle
(da Rinnovabili.it, 24 gennaio 2020)

L'intelligenza artificiale scova le microplastiche in mare
(da Ansa, 23 gennaio 2020)

Olografia digitale e intelligenza artificiale identificano microplastiche in mare
(Comunicato stampa del CNR, 23 gennaio 2020)


02/03/2020
torna all'inizio del contenuto