Seguici su

Esplora contenuti correlati

Università di Teramo


Progetto
Tendinopatie e sviluppo di materiali biomimetici innovativi, verso le nuove frontiere della medicina rigenerativa” è un progetto che si propone di contribuire al progresso dei dispositivi medici volti a favorire la rigenerazione dei tendini sviluppando strategie innovative. L'innovatività della proposta consiste nella produzione di costrutti sintetici che mimino l'architettura del tendine utilizzando biopolimeri già in uso per la produzione di medical devices e testati in via preliminare per la biocompatibilità con le AEC (cellule staminali epiteliali amniotiche). Una parte della ricerca è rivolta a ottimizzare le metodiche di decellularizzazione del tessuto tendineo, preservando le molecole bioattive e le nicchie delle cellule staminali presenti nel tendine. La conservazione di questi fattori costituisce un enorme vantaggio per il processo di rigenerazione del tessuto.

Risorse finanziarie
Il progetto di ricerca è stato finanziato dal PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 nell’ambito dell’azione Dottorati Innovativi con caratterizzazione industriale, XXXII ciclo (anno accademico 2016-2017). Per la realizzazione di questa iniziativa l’Università degli Studi di Teramo, beneficiaria di un finanziamento di 90.156,56 di euro, ha attivato una borsa di dottorato triennale nell’ambito del Dipartimento di Biotecnologie Molecolari e Cellulari.

Impatto sul territorio
Il progetto si colloca nell'ambito dell'Area della “Salute, alimentazione e qualità della vita” e, in sinergia con la SNSI, intende favorire la valorizzazione della ricerca e della produzione nell'ambito della tutela della salute umana attraverso la formazione e specializzazione di nuove risorse umane che sappiano cogliere le sfide dinamiche che provengono dal mondo della ricerca e della produzione. La rilevanza della tematica medicina rigenerativa e innovazione nella produzione di biomateriali è confermata dalle decisioni europee di finanziamento intraprese nell'ambito del Life Science H2020 Advanced Materials and Biotechnology e Clinical research on regenerative medicine. Il progetto prevede un periodo di 6 mesi presso Assut Europe S.p.A., un’azienda di Magliano dei Marsi (L’Aquila), che produce presidi biomedicali certificati e di alta qualità, e un’esperienza di 12 mesi presso Innovent, un qualificato centro di ricerca industriale tedesco.

ULTERIORI INFORMAZIONI 

E’ dell'università di Teramo uno dei sei migliori dottorandi italiani. L'ateneo teramano best practice italiana dei dottorati di ricerca PON XXXII ciclo
(dal sito dell’Università di Teramo, in occasione dell'evento annuale del 7 dicembre 2017 del PON Ricerca e Innovazione)

Consegna Premi per ricercatori e studenti, riconoscimento al dottorando dell'Università di Teramo finanziato dal PON Ricerca e Innovazione
(da EkuoNews.it, 3 ottobre 2020)


 


30/03/2020
torna all'inizio del contenuto